improvvisamente fa cose insopportabili perché, terapia di coppia, coppia, relazioni, psicologia, psicologa Milano, Michelle Castenetto

Improvvisamente fa cose insopportabili, perché?

Se il partner improvvisamente fa cose insopportabili è il momento di dare un'occhiata alla relazione. Nella vita di coppia, infatti, può succedere che ad un certo punto si provi una sorta di intolleranza per l'altro. Da un punto di vista di sensazioni, potresti percepire insofferenza e un forte desiderio di farlo/a smettere nelle sue abitudini che, fino a poco fa, non sembravano avere alcun importanza.

L'emblema esemplificativo di questa dinamica sono i vestiti a terra, il tubetto di dentifricio lasciato a metà, le luci accese nelle stanze dove non c'è nessuno, le bottiglie in frigo con pochissima bevanda all'interno. Quando, però, nella relazione si insinuano questi dettagli, è sintomo che c'è qualcosa che non va. Proviamo a capire.

 

Sii sincero con te stesso

 

Di tutta la faccenda, scegliamo di concentrarci un momento sull'avverbio: improvvisamente. Questa è una finzione mentale. La verità è che non si tratta affatto di un fulmine a ciel sereno: non fa improvvisamente cose insopportabili, ma tu le stai consapevolizzando soltanto ora.  Probabilmente provavi fastidio sin dall’inizio, ma erano sensazioni poco consapevolizzate, oppure la tua soglia di tolleranza era più alta e questo può dipendere da:

Durata della relazione. Più una relazione è agli inizi, più si chiude un occhio (a volte anche due) perché non si pensa di avere la legittimità per poter obiettare, o si ha paura di farlo.

Innamoramento. Mai sentito parlare di “fette di salame sugli occhi?”. Dopo un primo periodo dove tutto sembra meraviglioso, si intravedono gli spigoli che, a volte, possono risultare fastidiosi (o fare male).

Coraggio. Probabilmente pensavi di abituarti, oppure ti è mancato proprio il coraggio di esporti nel manifestare un disappunto. Perso il momento, hai ottenuto il risultato di radicare ciò che oggi ti infastidisce.

C'è anche un altra possibile ragione, molto più sottile da esplorare. La sensazioni di non sopportare atteggiamenti anche apparentemente banali può essere un retaggio della famiglia d’origine. Significa che quel gesto, quel modo di comportarsi o di esprimersi, oggi così fastidioso potrebbe ricordarti qualcuno o qualcosa di poco gradito. È possibile che non riesca a cogliere il nesso, ma se ti sta facendo soffrire vale la pena andare più a fondo.

 

Cosa fare? 

 

Qualsiasi sia il motivo del malessere, non puoi prescindere dal scoprirlo. Non si ottiene nulla né dalla sopportazione, né dalla negazione. Il cambiamento, personale come di coppia, è sempre possibile, ma parte necessariamente dalla volontà di affrontare la situazione. Se fa improvvisamente cose insopportabili occorre portare a galla il problema.

Interrogati: cosa ti dà fastidio veramente? Perché proprio adesso?

➖ Scopri se dietro a questi fastidi si nasconde altro: a che punto della relazione vi trovate? È cambiato qualcosa nella vostra vita?

➖ Valuta se si tratta di campanelli d’allarme.

Parlate! Spiegagli cosa provi, quali sono gli atteggiamenti che non stai sopportando.

Ascolta: presta attenzione al suo stato emotivo e a quello che ti dice.

Cercate di capire insieme cosa stia succedendo ma fatelo con estrema sincerità. Se non sarete onesti ora, vicendevolmente e ciascuno con se stesso, non farete che rimandare il problema. E non è affatto detto che, quando deciderete di affrontarlo, sia risolvibile.

Nelle relazioni vale più che mai il detto: non rimandare ciò che puoi fare oggi. Perché domani troverai solamente un problema più grande. Se manca il coraggio, o il canale del dialogo non è sufficientemente aperto, considerate la possibilità di un aiuto esterno.

Michelle Castenetto
michelle.castenetto@gmail.com
No Comments

Post A Comment