Coming-out con gli amici, cosa può succedere

Il coming out con gli amici è uno dei passaggi più delicati.

Sono le persone con cui condividi la vita, magari le passioni, perché no forse anche i compagni o ex compagni di scuola. Il presupposto, dunque, è che sono le persone che più credono di conoscerti. A differenza dei rapporti familiari, infatti, dove un certo grado di segretezza viene tollerato e persino dato per scontato, gli amici non si aspettano né bugie, né omissioni.

Ecco perché è importante essere chiari. Ad un amico non va soltanto notificata quella che per lui può essere una novità - perché è giusto anche considerare che ne sia al corrente da tempo, quanto meno sotto forma di sospetto! -, ma soprattutto gli va spiegato perché lo viene a sapere soltanto ora. Sebbene, infatti, potrebbe non fare un plissé di fonte al tuo coming out, non è detto che gli vada giù non averlo saputo prima.

 

 

1️⃣ Salva l'amicizia

So che per te è un momento importante. Probabilmente, se ne stai parlando con il tuo amico è perché ti senti pronto, ma non necessariamente. Potresti ancora provare paura, incertezza, disorientamento. È normale che tu sia focalizzato su te stesso.

Tuttavia, l'amicizia è una relazione- contenitore: stai riversando una materia nuova, ma devi essere sicuro che l'involucro tenga. Per questo, non devi dimenticarti dell'altro. Rassicuralo, fallo sentire importante, spiegagli che non conta il fatto che tu glielo stia dicendo soltanto ora, quanto che tu abbia scelto proprio lui, o anche lui, per costruire la rete di cui hai bisogno. Solo se si sentirà valorizzato, potrà offrirti la sua attenzione e il suo supporto.

 

2️⃣ Pronto a tutto

 

Prima di tutto, ricordati che ogni cambiamento, provoca cambiamenti. Il bello e il brutto della faccenda, è che non possiamo mai sapere quando e come. Ne usciamo bene se ci prepariamo a tutto.

Spesso, di fronte ad un coming out con i propri migliori amici, la prima cosa che ci si sente rispondere è proprio: “tranquillo, non cambierà nulla”.

Tuttavia, l’esito di questa rassicurazione non è scontato: talvolta sarà effettivamente così; talaltra no. In questo caso la sensazione è quella di una distanza crescente.

 

3️⃣ Se c'è qualcosa che non va...

 

Se dovessi registrare un cambio di rotta, un cambiamento nel suo modo di porsi, è giusto allarmarsi ma non disperare. Tutti noi reagiamo a ciò che ci accade in modo diverso. Succede per molte ragioni: storia, valori, emozioni. È importante scansare la paranoia (sicuro che sia proprio il tuo coming out ad aver fatto degenerare la relazione?) e affrontare le ipotesi con calma e rispetto per l'altro.

 

➖ Se il tuo amico non ha mai sospettato niente è molto normale che debba affrontare un momento di imbarazzo e un periodo di riadattamento: sta recuperando i ricordi dei vostri momenti insieme e li sta passando al setaccio alla ricerca di qualche indizio. Potrebbe valutare le sue eventuali mancanze. In questo caso, lo aiuti se sei il primo a dimostrare che non è cambiato nulla. Come? Poche parole e tanti fatti: qualsiasi cosa facevate insieme continuate a farla e sii tu il prima a proporre ed organizzare.

➖ Come dicevamo, è anche possibile che si insinui un tarlo di fiducia tradita. Per quanto sia delicato e personale esporsi e rivelarsi, bisogna tener conto dei sentimenti dell’altro. Si potrebbe domandare come mai solo ora, se ha mancato in qualcosa e scandaglierà le “bugie” raccontate fino a quel momento. Prova ad aprire il rubinetto, senza ingordigia, ma con regolarità: mettilo al corrente della tua "nuova quotidianità", condividi con lui i pensieri e le emozioni che nascono oggi giorno. Fagli capire che anche se ci hai messo un pò per dirglielo, non hai nessuna intenzione di ripeterti: l'amicizia è intatta se ora percorri la strada alla luce del sole.

➖ Possono verificarsi anche circostanze in cui si genera un fraintendimento: quel coming out viene allora travisato come una manifestazione d’amore, rispetto alla quale l’altro reagisce ponendosi sulla difensiva. Se anche dovesse essere infondato, chiediti se per caso tu abbia una cotta per lui: le nebbie dissipate nella tua mente, aiuteranno a scansare le sue.

 

 

Chi ha tempo, aspetti tempo!

 

🟢  Lo so, è il contrario del celebre detto. Ma la verità è proprio questa: c'è bisogno di spazio perché le cose vengano elaborate, sedimentino, assumano nuove forme. Paradossalmente, ora tocca a te stargli vicino e rispettare i suoi tempi. L’amicizia, soprattutto quando forte e reale, non è diversa dalle relazioni più potenti (come quella di coppia): è possibile che attraversi momenti di assestamento o addirittura crisi; ciò che è importante è che tu non le assimili alla tua omosessualità: non è il tuo orientamento di genere a creare potenziali fratture, ma il cambiamento, la rivelazione e la novità.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Michelle Castenetto
michelle.castenetto@gmail.com
No Comments

Post A Comment